Come discutere la tesi di laurea

37,00

COME DISCUTERE LA TESI DI LAUREA


COME DISCUTERE LA TESI DI LAUREA

Cos’è la tesi di laurea

Come si svolge la discussione della tesi di laurea
Il candidato viene chiamato dal Presidente alla cattedra. Questo entra e con un sorriso saluta la commissione.
A questo punto il relatore introduce il lavoro, dandone più o meno implicitamente un giudizio, per poi cedere la parola al candidato. Questo presenterà il suo lavoro  e quindi risponderà alle domande del relatore prima e del correlatore (o chi altri) poi. Quando la commissione si riterrà soddisfatta, il presidente inviterà il candidato ad allontanarsi.
È possibile che ci sia subito la decisione del voto a porte chiuse, oppure che vengano esaminati altri candidati e la proclamazione avvenga in modo collettivo.
Al momento della proclamazione, il candidato dovrà firmare alcuni documenti e stringere la mano a commissari e Presidente.Come viene valutato il candidato
La valutazione tiene conto:

  • della media degli esami svolti
  • del giudizio del relatore e del correlatore sulla tesi
  • della discussione

Per la lode è richiesto che il candidato abbia un voto di libretto alto, che abbia ricevuto dei voti con lode e svolto una brillante discussione.

Come viene valutata la discussione
La discussione può pesare sulla votazione finale sia in senso positivo che negativo: ad esempio, di fronte ad una discussione poco convincente, non vengono assegnati punti ed il candidato avrà solo il voto di libretto. Al contrario, una discussione brillante può far guadagnare il massimo dei punti attribuibili.

Conoscere la commissione

Conosci il nemico, conosci te stesso, mai sarà in dubbio il risultato di 100 battaglie”

Questa frase è ripresa dal libro L’arte della guerra, un trattato di strategia militare. Il libro è tuttora usato per la conduzione di molte aziende di tutto il mondo ed i suoi consigli possono essere applicati anche alla discussione di una tesi di laurea.

Non è necessario aver paura della commissione, la paura non vi aiuta a migliorare la prestazione. Ciò che dovrete fare è studiare il “nemico” per mettere in campo la migliore strategia.

Per conoscere il “nemico” il modo migliore è andare a parlare con il vostro relatore/controrelatore, con atteggiamento aperto e tranquillo. Considerate il relatore o controrelatore come un alleato. Chiedetegli cosa pensa della vostra tesi, quali sono i punti deboli che ha individuato, che suggerimenti vi può dare e soprattutto cercate informazioni sui docenti della commissione (che tipi sono, di che argomenti si occupano, che approccio teorico possono avere).

La presentazione del lavoro svolto va organizzata tenendo presente che non necessariamente tutti i membri della commissione hanno competenze specifiche sul problema affrontato. Pertanto possono non essere in grado di seguire le parti della presentazione in cui si sviluppano aspetti tecnici specifici, ma voi dovete permettergli di capire la natura del problema oggetto di studio e l’approccio seguito per risolverlo. In caso contrario, chi è meno competente sull’argomento, sarà influenzato da fattori secondari piuttosto che dal valore della tesi.

Non trascurate l’importanza dei fattori secondari. 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Come discutere la tesi di laurea”

You have successfully subscribed to the newsletter

There was an error while trying to send your request. Please try again.

Guide Italiane Per Tutti will use the information you provide on this form to be in touch with you and to provide updates and marketing.