Come uscire dalla dipendenza affettiva e trasformarti in una “regina” in 7 passi

39,00

COME USCIRE DALLA DIPENDENZA AFFETTIVA E TRASFORMARTI IN UNA “REGINA” IN 7 PASSI – Il programma in 7 passi, per donne, che ti guida nel fare chiarezza sul perché, anche da adulti, è importante uscire dalla “dipendenza affettiva”, credere in se stessi e rivoluzionare completamente la propria vita sia privata che professionale.


COME USCIRE DALLA DIPENDENZA AFFETTIVA E TRASFORMARTI IN UNA “REGINA” IN 7 PASSI – Il programma in 7 passi, per donne, che ti guida nel fare chiarezza sul perché, anche da adulti, è importante uscire dalla “dipendenza affettiva”, credere in se stessi e rivoluzionare completamente la propria vita sia privata che professionale.

Presentazione corso:

Ciao bentrovata! Mi presento, mi chiamo Ilaria Cusano; ho studiato come sociologa e artista, e poi mi sono specializzata in coaching.

Lavoro come life-coach per le donne, formatrice e autrice. Mi diverto a farmi chiamare Mercante d’Estasi, perché insegno alle donne speciali come te, a riscoprire il piacere, ritrovare la passione e ricominciare a godere, nella camera da letto ma anche fuori.

Ho creato il rivoluzionario metodo che si chiama “Lo Scrigno dell’Estasi”.

Ma passiamo al nostro corso: innanzitutto ci tengo tantissimo a dirti “Grazie!” – tu mi dirai “Perché?”.

Perché sei qui ad assumerti questa noiosa e fastidiosa responsabilità di uscire dalla tua dipendenza affettiva; grazie di essere qui, a dedicare il tuo tempo, il tuo denaro e le tue energie, per diventare una donna migliore, una madre migliore, un’amica migliore, un’amante migliore e questo renderà anche il mio mondo migliore. , già solo da questa introduzione, ti renderai conto di quanto l’Italia ha bisogno di donne come te, soprattutto in questo particolare momento storico.

Anche grazie a te, il mondo diventerà un po’ più sano, splendente, forte, pacifico e capace di auto-rigenerarsi.

Quindi buon viaggio perché, vedrai, quella che ti aspetta è una delle avventure più poetiche ed entusiasmanti della tua vita!

Ora ti aiuterò a fare chiarezza sul perché, da adulti, è così importante uscire dalla dipendenza affettiva, e quello che dirò in questa fase, ovviamente, riguarda sia noi donne sia gli uomini; nel seguito del corso, invece, ci concentreremo sulle dinamiche tipicamente femminili.

Nella società italiana la famiglia è l’istituzione fondamentale, la base su cui tutto il resto si regge e funziona, il perno intorno al quale tutto ruota:

– la formazione dei giovani, che viene finanziata dalla famiglia;
– la loro sussistenza, di cui si occupa sempre la famiglia (le spese di casa, le bollette, comprare e preparare il cibo, l’organizzazione delle faccende domestiche);
– la gestione delle crisi e degli imprevisti (una spesa non considerata, una difficoltà che piove dal cielo, i giovani italiani in linea di massima si rivolgono a un parente e ci pensa lui a risolvere la faccende).

Questo è bellissimo, sia inteso: poter contare su qualcuno che ci ama, che ci aiuta nei momenti difficili, che ci offre supporto e una via d’uscita facile ogni volta che ne abbiamo bisogno – tutto ciò è meraviglioso, ci fa credere di essere amati, e sicuramente è verissimo!

Solo che c’è un’altra faccia della medaglia: in questa situazione si instaura una dinamica di co-dipendenza (dipendenza reciproca), che può andare avanti per decenni, e talvolta diventare l’unico schema della vita.

La dipendenza dai nostri genitori è sana e funzionale finché siamo dei bambini e dobbiamo imparare a stare sulle nostre gambe; tra i diciotto e i vent’anni, però, senza dubbio possiamo farcela a stare sulle nostre gambe, se crediamo in noi stesse e se siamo circondate da persone che credono altrettanto in noi.

Se qui, però, ci incastriamo, per delle paure, delle insicurezze, o perché ci lasciamo condizionare dalle credenze depotenzianti di chi abbiamo intorno, si blocca anche qualcosa nel nostro sviluppo come persone e prepariamo, insieme ai nostri cari, il terreno fertile per una co-dipendenza – co-dipendenza che potrà durare per una vita intera, influenzando tutte le nostre scelte, i nostri rapporti di coppia, la vita sessuale, la realizzazione lavorativa e il riconoscimento sociale.

Potrà sembrarti brutto sentirlo dire così, ma ci tengo a farlo per aiutarti a renderti pienamente conto di una trappola in cui, qui in Italia, stanno fin troppe persone, e permetterti così di liberartene: nella co-dipendenza, alle persone manca un pezzo, non diventano mai degli adulti al cento per cento, sicuri di sè, brillanti, in gamba e capaci di rinnovare il mondo (che sarebbe il compito di noi adulti), si resta sempre un po’ bambini e un po’ adolescenti, con evidenti danni per la società (che potrà contare su una preziosa risorsa in meno) e per se stessi (le persone co-dipendenti, non potendosi mai realizzare appieno, tendono a essere frustrate, insoddisfatte e infelici).

Invece tu vuoi realizzarti appieno, vero? Vuoi sbocciare come ogni fiore, vuoi brillare come una stella e guardarti allo specchio e vederti come una regina – non è forse così?

Io me lo auguro, perché è esattamente ciò che ogni donna merita.

Prova solo a chiudere un attimo gli occhi e a rilassarti; a immaginare te stessa come un fiore che sboccia, suscitando un sorriso a ogni persona che passa, che ne sente il profumo e ne ammira la bellezza naturale; prova a immaginarti come una stella che brilla, e che con la sua luce illumina il firmamento e indica la strada alle persone che sanno riconoscerla; pensa, solo per un momento, a guardarti allo specchio la mattina e a vederci dentro una regina, e poi ad andare di là e trovare il tuo partner che ti dà il buongiorno sorridente, dicendoti quanto sei bella e quanto ti ama.

Come ti senti?

Ecco, è per sentirti così ogni giorno che stai facendo questo corso; ed è possibile, io lo vivo in prima persona, e anch’io sono partita esattamente da dove ti trovi tu.

Allora partiamo?

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Come uscire dalla dipendenza affettiva e trasformarti in una “regina” in 7 passi”